Migliaia di persone dormenu aperte dopu à u campu di rifugiati grechi brusgiati

I migranti dormenu nantu à a strada di l'isula nordueste di Lesbos, in Grecia, venneri, l'11 di settembre di u 2020. U guvernu grecu dice chì migliaia di migranti lasciati senza casa dopu l'incendii anu sbulicatu un vastu campu di rifugiati in l'isula di Lesbos ùn serà micca permessu di viaghjà in Grecia cuntinentale. (Foto AP / Petros Giannakouris)

MYTILENE, Grecia - Migliaia di rifuggiati è migranti anu passatu una terza notte à l'aria aperta nantu à l'isula greca di Lesbos dopu à duie nuttate consecutive d'incendii in u campu notoriamente affollatu di Moria li anu lasciatu senza casa.



Certi si sò svegliati venneri dopu avè dormitu à fiancu à a strada, dopu avè tagliatu canne è adupratu coperte salvate per fà rifugi rudimentarii per pruteggeli da u fretu di a notte è da u sole brusgiante di u ghjornu. Altri anu adupratu tende o avianu solu sacchi di sonnu per pruteggeli da l'elementi.

L'autorità greche anu dettu chì i fochi di marti è mercuri sera sò stati apposta messi in scena da alcuni residenti di u campu arrabbiati da l'ordine d'isolamentu emessi per impedisce a diffusione di u coronavirus dopu chì 35 residenti sò stati trovati infettati.

U campu era statu chjosu per durà finu à a mità di settembre dopu chì u primu casu di virus era statu identificatu in un omu somalianu chì era statu cuncessu l'asiliu è avia lasciatu u campu ma più tardi rientrò in Moria da Atene.



Avemu passatu trè ghjorni quì senza manghjà, senza beie. Semu in cundizioni chì sò veramente, veramente micca assai boni, Freddy Musamba, un anzianu campu residente in Gambia chì hà dinunziatu a situazione in Grecia è e cundizioni induv'ellu avia campatu.

Vogliu parlà di l'Unione Europea, chì ci hà abbandunatu, chì ci hà lasciatu quì cusì, hà dettu Musamba. Hà dumandatu à l'UE di vene à sustene ci, per ùn lasciarci micca. Simu cum'è zitelli abbandunati. Avemu suppurtatu cose chì ùn sapiamu micca chì pudianu accade.

liza soberano mamma è babbu

L'urganizazioni di l'aiutu anu longu avertitu nantu à e cundizioni pessime in u campu, chì hà una capacità di pocu più di 2.750 persone, ma abitava più di 12.500 in l'internu è in una cità di tende spillover chì spuntava in un ulivetu adiacente.



A situazione hà purtatu à una tensione spirale, sia trà i migranti è i rifugiati in u campu sia cù i residenti lucali chì anu dumandatu da longu à chjude Moria.

U primu focu marti sera hà lasciatu intornu à 3.500 abitanti di u campu senza casa, avia dettu u ministru di a migrazione. E tende sò state purtate è un battellu è duie navi di a marina anu da furnisce un alloghju d'urgenza. Ma i resti di u campu sò stati brusgiati mercuri sera, lascendu à l'altri abitanti senza stà induve stà.

Mercuri, u portavoce di u guvernu Stelios Petsas hà insistitu chì nimu di i residenti di u campu, eccettu 406 adolescenti è zitelli chì avianu campatu quì, ùn seranu micca permessi di lascià l'isula. I minori micca accumpagnati sò stati purtati in cuntinente è allughjati temporaneamente in alberghi mercuri sera.

Alcune persone ùn rispettanu micca u paese chì li accoglie, è si sforzanu di dimustrà chì ùn cercanu micca un passaportu per una vita megliu, hà dettu Petsas, sottolineannu chì i fochi sò stati deliberatamente accesi è avianu lasciatu migliaia di famiglie senza casa.

Moria ospita persone da l'Africa, l'Asia è u Mediu Oriente chì sò ghjunti in l'isula da a vicina costa turca chì fughjenu a miseria o u cunflittu in a so patria. Sottu un accordu di u 2016 trà l'Unione Europea è a Turchia, quelli chì ghjunghjenu in l'isule greche resteranu quì in attesa di a so dumanda d'asilu riesciuta o di a so deportazione in Turchia.

Ma un ritardu di dumande d'asilu, cumbinatu cù l'arrivi continuati è poche deportazioni, hà purtatu à un affollamentu massiccia in Moria è in altri campi di l'isule Egee orientali.

U campu affollatu è e so cundizione pessime sò state tenute da i critichi cum'è un simbulu di fallimenti in a pulitica migratoria è di i rifugiati di l'UE.

U presidente francese Emanuel Macron hà dichjaratu ghjovi chì a Francia è a Germania sò in trattative per accoglie alcuni di i zitelli chì avianu campatu in Moria.

U ministru di l'internu tedescu Horst Seehofer hà dettu venneri chì 10 paesi di l'UE avianu accettatu di participà à l'accolta di i zitelli micca accumpagnati da Moria è chì e discussioni sò in corsu cù l'altri.

Ellu disse chì l'Allemagne è a Francia piglieranu a parte più grande, circa i dui terzi di i 406 zitelli chì avianu campatu à u campu senza genitori nè tutori.

Un prugramma era dighjà in opera prima di u focu per parechji paesi europei per accoglie alcune di e migliaia di minori non accumpagnati, in gran parte adolescenti, chì stavanu in strutture di rifuggiati è migranti in tutta a Grecia.

un amore per passà u 18 di settembre

Per più nutizie nantu à u novu coronavirus cliccate quì.
Ciò chì avete bisognu di sapè nantu à Coronavirus.
Per più infurmazione nantu à COVID-19, chjamate a Linea Diretta DOH: (02) 86517800 locale 1149/1150.

A Fundazione Inquirer sustene i nostri frontliners sanitari è accetta sempre donazioni in contanti per esse depositate in u Bancu d'Oro (BDO) contu corrente '> ligame .