Cultura 'Tabo'

RAYA SCHOOL, una scola progressista in Quezon City, mi ha recentemente dumandatu di parlà cù i so prufessori nantu à l'alfabetizzazione culturale, una frase di fantasia chì significa una comprensione di a cultura o, in u cuntestu Filippinu, avè un sensu di ciò chì hè di esse Filippino.

Raya crede chì l'alfabetizazione culturale duveria esse inculcata finu à l'età materna, è sò d'accordu. Soprattuttu trà e nostre classi superiori è medie, i zitelli piglianu di più nantu à l'altre culture, soprattuttu americane, chè in Filippine.



Ùn vulia micca finisce per dittà i must-have per un curriculum d'alfabetizzazione culturale. Dopu tuttu, Raya hè cunnessu cù Aklat Adarna, chì hà digià fattu a so marca in a creazione d'alfabetizzazione culturale in Filippine per mezu di i so numerosi libri bislingui per i zitelli, cumprendu dui volumi nantu à l'icone culturali in Filippine.



Ma aghju pensatu chì sarebbe bè d'avè qualchì tipu di focus per spiegà ciò chì significava l'alfabetizzazione culturale è aghju finitu per purtà un tabù. Ùn aghju micca purtatu unu di plasticu è aghju utilizatu invece una tradiziunale, fatta cù una cunchiglia di coccu, cù una longa manica di bambù. Sindaco Isko: Tuttu da guadagnà, tuttu da perde Compagni di lettu strangulati? Ciò chì soffre di educazione filippina

Artefattu



Vuliu uttene l'insegnanti di Raya à fighjà i numerosi aspetti culturali di stu tabu tradiziunale. A cultura hè, dopu tuttu, più cà l'arti è l'artigianatu. Ogni manufattu, vale à dì qualcosa creatu da l'omu, hà parechje storie da cuntà, è i prufessori ponu avè discussioni in aula assai vivaci uttenendu i studienti à cuntà quelle storie.

Tabo hè qualchì volta traduttu in inglese cum'è dipper, ma sta traduzzione hè debule. U tabù hè di più, assai di più, cà un dipper d'acqua. U tabù in plasticu hè un apparechju guasgi indispensabile in a casa filippina, à tal puntu chì ancu i Filippini chì campanu in oltremare portanu u so propiu tabù, o s'elli ne scordanu unu, dumandanu à i parenti di mandalli unu. U tabù di plasticu hè tenutu principalmente in i bagni, adupratu cum'è dipper d'acqua per varie funzioni. A parolla operativa hè pulita: L'aduprate per uttene acqua per pulisce u pavimentu di i bagni. U aduprate ancu per uttene acqua per lavà i bagni. U più impurtante però, hè adupratu per uttene acqua per a pulizia persunale: per lavà e mani, per shampooing, per bagnà tuttu u corpu, o per pulisce e parti più intime di u corpu.

Seraghju educatu è mi riferiscu à una di quelle parti cum'è a parte di uscita (enfasi nantu à mette cum'è un sonu). U tabù hè a nostra versione di u bidet francese, cù parechji Filippini chì preferiscenu in realtà un tabu chì si sbuchja à a carta igienica, questu ultimu essendu cunsideratu inadeguatu o ancu bruttu.



Certi anni fà, aghju scrittu duie colonne nantu à u tabù dopu chì un Filippinu in Australia hà avutu prublemi cù un tabu improvvisatu. Andò à i bagni cù una buttiglia d'acqua, apparentemente aduprendu cum'è tabù improvvisatu. Ma questu hè diventatu una violazione di e regule di l'impresa è hà guasi persu u so travagliu. Aghju capitu chì u so sindicatu u hà difesu è hà pussutu mantene u so travagliu.

Dopu à a prima colonna, aghju ricevutu numerose e-mail da e persone chì cunfermanu quantu hè impurtante di aduprà u tabù, cumprendu cunsiglii nantu à l'arti belle di aduprà stu dipper. Adupratu in modu incorrettu, pudete fà un disordine in i bagni.

Un me studiente graduatu hà mandatu ritratti di tabù esposti in u museu di Madrid, quelli di coccu è di bambù datati di u periodu spagnolu. Stu tabù tradiziunale ùn era in realtà un attrezzu di toilette. Duvemu arricurdassi chì i bagni, almenu in casa (in suite, se vulemu esse fantastichi), hè un sviluppu abbastanza recente. Ancu a parolla inglese outhouse riflette cume i bagni, s'elli si truvavanu, eranu staccati da casa.

U tabù è u so equivalente in parechje case tradiziunali in l'Asia sudorientale ùn hè micca tantu un bagnu ch'è un oggettu casanu universale. Si trova à l'entrata, accantu à un vasettu d'acqua in terracotta, un palayok, cusì l'invitati ponu lavà i pedi è e mani nanzu d'entrà in casa. Quì, u tabù parla di curtesia, di l'ospite è ancu di l'invitatu.

In a cucina tradiziunale, u tabù si trova torna cù u palayok, chì cuntene acqua potabile. U palayok hè un altru icona culturale, chì mantene l'acqua pulita è fresca. U tabù hè quì per caccià l'acqua per beie, o per lavassi e mani, o i piatti. U tabù riflette una ossessione per a pulizia, una chì pare esse calata cù u tempu quandu u palayok è u tabu sò spariti, o, in u casu di u tabù, hè statu relegatu à i bagni è limitatu à l'escatologicu.

In una recente colonna, aghju dettu chì à u XVIIu seculu, u Ghjesuita Ignacio Alcina hà rimarcatu quante parolle sò state aduprate in Bisaya per riferisce à u lavatu (i pedi, e mani, parti intime). Unu di i mo lettori hà scrittu per cunfirmà questu, dendu i numerosi verbi per i diversi tipi di lavatu, assai di i quali probabilmente implicavanu u tabù. Per via di limitazioni di spaziu, devu salvà a so lista, cun qualchì altra infurmazione affascinante nantu à Bisaya, per un'altra colonna.

'Burnik'

Vuliu cunnessu u tabu à un pocu di più nantu à a lingua, è avertaghju à i lettori di ùn leghje micca questu mentre manghjate. Nota chì ci hè una parolla slang tagaloga, burnik, chì si riferisce à i capelli anali. Quandu l'aghju amparatu per a prima volta, eru perplessu: perchè nant'à a terra duviamu ancu inventà una tale parolla? Dopu aghju amparatu chì più tardi burnik avia mutatu cù u tempu è chì à l'origine, ùn si riferia micca à i capelli stessi ma à cose chì si sò appiccicati nantu à i capelli - se eri negligente in quantu à l'igiene. Vede avà quantu hè impurtante u tabù. . . è cumu anale puderebbe ottene a nostra ossessione per a pulizia? (Aghju dettu à i prufessori di Raya ch'elli devenu valutà quandu puderia esse appruvatu, se ne parlava, di parlà di burnik è di u tabu.)

Infine, lasciami trattà u tabù cum'è cultura, in u sensu di adattazione à l'ambiente. U tabù hè creatu da dui di l'articuli più onnipresenti in u nostru ambiente naturale, stessi icone culturali è un must per ogni discussione di alfabetizazione culturale: noce di coccu è bambù.

L'usu di u tabù hè ecologicu in u modu di riciclà e conchiglie di coccu. U più impurtante, in i bagni, permette un usu economicu di l'acqua, spessu una risorsa scarsa in parechje di e nostre case. Innota chì per questu scopu, u tabù tradiziunale perde per a versione plastica moderna. U tabù tradiziunale hè statu sviluppatu in una era pre-toilette. Piglia menu acqua chè quella di plasticu, micca abbastanza per lavà i bagni. U plasticu piglia appena a quantità giusta d'acqua, chì pò avè abbastanza forza per lavà, ma chì richiede ancu un certu gradu d'arte in u modu di tramutà l'acqua, diversu da u flair chì avete bisognu per aduprà u tabo dopu u serviziu di toilette.

Vede avà ciò chì vogliu intende per alfabetizazione culturale, aduprendu ciò chì pare esse u bassu tabu? Vidimu a cultura cum'è adattazione, a cultura cum'è valori è norme suciale. U tabù hè iconicu perchè risuona, si lega à a lingua, à u corpu è i so muvimenti è à e prestazioni.

Email: [email protected]