PETA urge à u publicu à piantà di aduprà l'animali cum'è insulte: 'Supremacist, language speciesist'

porcu, asta

Foto di INQUIRER.net

Organizazione per i diritti di l'animali Persone per u Trattamentu Eticu di l'Animali (PETA) urge à l'omu à smette di aduprà l'animali cum'è insulte, argumentendu chì hè una forma d'oppressione.



Insulti cum'è u porcu, u topu, u sarpu è u pullastru, frà altri, sò cunsiderati insulti d'animali chì facenu parte di una lingua supremacista è spezista, hà dettu u gruppu nant'à Twitter u 27 di ghjennaghju.

E parolle ponu creà un mondu più inclusivu, o perpetuà l'oppressione. Chjamà qualcunu animale cum'è insulta rinforza u mitu chì l'omu hè superiore à l'altri animali è ghjustificatu di violallu, hà dettu PETA.

Defendete a ghjustizia rifiutendu a lingua supremacista, aghjunse.



In u filu Twitter, PETA hà enfatizatu cumu questi slurs anti-animali degradanu l'animali applicendu apparentemente tratti negativi chì l'omu anu à certe spezie.

Perpetuendu l'idea chì l'animali sò astuti, sporchi o senza core disensibilizeghja u publicu è nurmalizeghja a viulenza contr'à l'altri animali, hà sustinutu u gruppu.

PETA hà ancu spiegatu chì sta lingua spezista ùn hè micca solu dannosa, ma ancu imprecisa.

I porchi, per esempiu, sò intelligenti, portanu una vita suciale cumplessa, è mostranu empatia per altri porchi in difficultà. I serpenti sò astuti, anu relazioni familiari, è preferiscenu associà cù i so parenti, hà dettu PETA.

L'urganizazione senza prufittu hà dunque invucatu quelli chì [credenu] in l'ugualità è a ghjustizia à fighjà e so credenze persunali è a lingua ch'elli utilizanu, è liberassi di sta mentalità obsoleta chì denigra l'altri animali.

PETA hà ancu datu à u publicu alcune alternative à l'insulte animali. Invece di pullastru, si pò dì vigliaccu; invece di u topu, si pò dì snitch; invece di serpente, si pò dì schifeghju, frà altri.

A prova di l'urganizazione, in ogni modu, hà ricevutu una reazione mista in Internet. Mentre chì altri parevanu d'accordu cù i sentimenti di PETA, un gran numeru di netizens si burlava di i tweets di u gruppu.

[Sei] anni vegani, per piacè smetti di fà ci vede ridiculi, un utilizatore di Twitter @jessicakeogh hà rispostu à PETA, guadagnendu più di 6.000 likes.

Intantu, u rapper britannicu Zuby hà solu riagitu à a suggestione di PETA cun risa, chì finu à avà hà ricevutu guasi 18.000 likes, assai più cà u tweet originale di PETA chì hà guadagnatu circa 5.000.

Un altru utilizatore di Twitter, cù u manicu @ethanisgroovy, hà rispostu à PETA, i bradipi sò stati literalmente numinati dopu à u cuncettu di bradipo. Pudete scendere di questu sh * t per piacè.

In legittimu ùn possu micca sapè se si tratta di satira o micca, hà dettu l'usu Twitter @Goreshx, intantu.

James Reid è Julia Barretto

L'attrice canadiana Katherine Ramdeen hà sustinutu i sentimenti di PETA, rispondendu à u tweet,Ricusu'>. eiu socu#vegan. Ùn aghju micca bisognu di dannà è di tumbà l'animali è cusì ùn aghju micca, è invece#ScegliLove.

A pagina Twitter ufficiale di u film Nightmare Gallery hà ancu sustinutu PETA, sottolineanu chì l'espezisimu ùn hà micca postu in a nostra lingua d'ogni ghjornu.

Se avete da insultà à qualchissia, siate creativu, micca un supremacista umanu, hà dettu a pagina.

PETA, chì hà iniziatu in i Stati Uniti, hè a più grande urganizazione di diritti di l'animali di u mondu chì hè dedicata à stabilisce è prutege i diritti di tutti l'animali .. / fora

Da i macachi à i granchi, a fauna salvatica face a minaccia da e maschere facciali

U porcu attaccatu à u cordu di saltu bungee cum'è attrazione in u parcu tematicu cinese face scandalu publicu