Hè finale: Mary Jane Veloso pò testimunià contru à i so reclutatori

SAVE MARY JANE VELOSO / 16 APRILU 2015
Mary Jane Veloso in una prigione in Yogyakarta, in Indonesia. Quest'ultimu hè statu cundannatu per contrabandu di droga è cundannatu à morte in Indonesia.
FOTO CORTESIA DI FAMIGLIA VELOSO

MANILA, Filippine - Hè finale. U trafficu di droga cundannatu Mary Jane Veloso puderà cuntà a so storia chì hà purtatu à a so arrestazione è cundanna in Indonesia.



In una risoluzione publicata venneri, a Terza Divisione Speziale di u tribunale supranu hà ricusatu a mozione di reconsiderazione presentata da l'Uffiziu di l'Avucatu Publicu (PAO) chì agisce cum'è cunsiglieru per Ma. Cristina Sergio è Julius Lacanilao, presunti reclutatori di Veloso.



L'altu tribunale hà tenutu a so decisione d'ottobre 2019 dicendu chì Veloso duveria esse permessa di testimunià per via di a deposizione contr'à i so reclutatori per ùn limità u so dirittu à u prucessu giustu.

Veloso hè attualmente detenuta in Indonesia è affruntata à a pena di morte dopu chì ella sia stata arrestata in 2010 à l'aeroportu di Yogyakarta per avè purtatu più di dui chilogrammi di eroina. Hè stata supposta à esse esecutata da u fucile di fucilazione in u 2015 ma hè stata risparmiata dopu chì l'autorità filippine anu infurmatu i so omologhi chì i so reclutatori eranu dighjà sottu custodia di a pulizza.



CASU MARYJANE VELOSO / MAGHJU 20,2015
I reclutatori alleati di Mary Jane Velosso Julius Lacanailao è a so licenza in a so cumpagnie Cristina Sergio presentanu contracarichi davanti à u Dipartimentu di Ghjustizia Mercuri.
INQUIRER FOTO / JOAN BONDOC

Veloso hà nigatu a cunniscenza di e droghe ch'ella purtava, insistendu chì i bagaglii ch'ella avia li anu datu i so reclutatori.

Cù a decisione recente, l'accusatori privati ​​di l'Unione Naziunale di Avucati di i Populi (NUPL) guidati da u so presidente, Atty. Edre Olalia, in una dichjarazione, hà dettu: U tribunale di prima Ecija chì sente u trafficu di persone qualificatu, u reclutamentu illegale è l'estafa contr'à i so reclutatori illegali Cristina Sergio è Julius Lacalinao ponu avà pianificà e date per a presa di a testimonianza di Maryjane.



L'alta corte, in a so risoluzione, hà dichjaratu chì a PAO ùn hà riesciutu à suscità l'argumentu sustanziale chì ghjustificaria una inversione di a so decisione d'ottobre 2019.

A Corte decide ancu di rifiutà a mozione cun finalità, e questioni di base suscitate in essu sò state debitamente prese in considerazione è passate da a Corte in a citata decisione, l'alta corte hà dettu aghjunghjendu chì nisuna altra pledazione, mozione, lettere o altre cumunicazioni ùn devenu esse intrattenute. in questu casu. Ch'ella sia emessa un'entrata di ghjudiziu subitu.

NUPL hà ricunnisciutu ancu i roli cumplementarii di u Dipartimentu di a Ghjustizia è di l'Uffiziu di u Procuratore Generale per unisce ci in u nostru angulu sta volta per perseguite un obiettivu cumunu per rende ghjustizia à OFW afflitti cum'è Maryjane.

À u tempu, non solu i reclutatori illegali saranu tenuti à contu, ma a so innocenza serà finalmente ghjudiziariamente stabilita è aspettemu cun impazienza ch'ella venga in casa libera cum'è una conseguenza logica. Lascià Maryjane parlà avà è purtalla in casa à tempu. Hè un viaghju longu è tortuosu ma ci ghjunghjeremu, hà dettu NUPL. [ac]

STORIE CORRELATE:
I genitori di Mary Jane Veloso dumandanu à SC di lascià parlà a so figliola
L'esecuzione di Veloso si hè fermata